14.4.14

IN CHOCOLATE WE TRUST

photo by C.C ©

La colazione è il momento che preferisco di tutta la giornata. Sarà che sono talmente rincoglionita da non capire niente. Rimango ore a fissare il tavolo senza nemmeno muovere un muscolo. Poi, non si sa per quale grazia divina, mi riprendo e comincio a mangiare qualunque cosa mi passi sotto il viso. Ahimé, ora sono a dieta. Sì, è una delle mie tante diete che comincio e poi non porto a termine. Però, nel frattempo sono diventata diligentissima: il mio frigo è colmo di cose sane, gli scaffali sono ripieni di cose sane, i cassetti sono zeppi di cose sane. Insomma, il "cibo sano" sta regnando in casa mia. E non sapete che noia. Quando sono triste, depressa e sconsolata c'è solo un gambo di sedano ad alleviare i miei crucci. Ma oggi, nascosto sotto chili di amarezza ho avuto una dolce visione: un pezzetto di cioccolata rimasta lì dal 15/18. Non ci sono parole per descriverla. Quando ne hai maggiormente bisogno lei arriva e non ti lascia. Ti accudisce, ti sfama, ti sorregge nelle giornate più uggiose, ti ama. Insomma questa mattinata è iniziata proprio con il piede giusto.

5.4.14

POSTCARD FROM NOWHERE

photo by C.C ©
Credo che ci siano attimi che valgano la pena di essere vissuti, e altri che, nonostante possano renderci migliori, debbano essere lasciati correre. Perché a volte è fin troppo bello incasinarsi la vita. Ti fa sentire vivo.